Filtro antiparticolato cos’è, cosa serve e come funziona

Non tutti hanno le idee chiare sul vero motivo perchè il filtro antiparticolato (chiamato filtro Fap o Dpf) venga montato nelle auto a motore diesel, ma soprattutto perchè è cosi vitale nella nostra automobile o mezzo stradale. Cos’è il Fap auto scopriamolo insieme.

Filtro antiparticolato a cosa serve

Antiparticolato significato: dispositivo atto a ridurre l’emissione di particelle inquinanti nell’atmosfera.

Il filtro antiparticolato è un elemento è indispensabile e fondamentale al funzionamento ottimale e performante del motore diesel, adottato sugli stessi a partire dalla normativa Euro 3 e divenuto obbligatorio con la norma Euro 5.

filtro antiparticolato auto

Cosa è un filtro antiparticolato

E’ l‘impianto che troviamo nelle nostre autovetture è un congegno formato da una struttura che si compone di micro canalizzazioni la cui funzione serve a intrappolare le particelle di particolato PM10.

Cosa è un filtro antiparticolato

A cosa serve il filtro antiparticolato diesel?

Il corpo del filtro antiparticolato, essendo poroso, questo significa che permette ai gas di scarico di trattenere quelle che sono le particelle solide.

Installato sulle vetture diesel, è in grado di fare la differenza nelle riduzioni di particelle inquinanti, riducendo notevolmente le emissioni nocive e rendendo il motore decisamente molto più funzionale e performante.

Leggi: filtro antiparticolato benzina

A cosa serve il filtro antiparticolato?

Come funziona il filtro antiparticolato auto diesel

Funziona come un enorme filtro e serve per depurare il motore dai gas inquinanti di scarico, dannosissimi per la salute dell’uomo e dell’ambiente.

Il funzionamento è simile in tutti i diversi tipi di modelli: il sistema di scarico raccoglie i gas combusti nel collettore di scarico e poi li convoglia verso la marmitta catalitica, passando per il filtro particolato procedendo verso il vaso d’espansione, il silenziatore e l’uscita.

Grazie ad un software di diagnosi e gestione, viene continuamente monitorato al fine di garantire un performante funzionamento. E’ in grado di fare la differenza nelle riduzioni di particelle inquinanti riducendo notevolmente le emissioni nocive e rendendo il motore decisamente molto più funzionale e performante.

auto diesel hanno il filtro antiparticolato

Come è fatto il filtro antiparticolato

Il filtro antiparticolato è un congegno metallico sistuato nel collettore di scarico a valle del catalizzatore ossidante del motore diesel e funziona anche con un additivo a base di cerina, la sua funzione è quella di “catturare” le micropolveri del PM10 per trasferirle in strutture più grandi dove vengono filtrate evitando che finiscano nell’aria.

Si compone di carburo di silicio, mentre al suo interno si trovano canali e celle in cui vengono trattenuti gli agglomerati di particolato.

Stando gli studi effettuati, il filtro antiparticolato detiene tutta la sua efficacia per quanto riguarda l’efficiente cattura del particolato emesso dai motori diesel.

Le misurazioni dell’Istituto Sperimentale per i Combustibili, affermano che le polveri vengono abbattute di 7 volte in massa e di 10.000 volte in numero, con il dispositovo che cattura particelle delle dimensioni di 10 nanometri.

Come è fatto il filtro antiparticolato

Non sottovalutare i segnali della tua auto

Considerato un sistema soggetto a usura, la durata è da considerarsi buona nel tempo, soprattutto basata su quanti chilometri che va da 120.000 a 250.000 km, durante il quale si dovrà optare per la pulizia filtro antiparticolato o eseguire una rigenerazione Fap forzata oppure la sostituzione, nel caso di danni ingenti.

Come tutti i sistemi di filtrazione, consiste in un serbatoio di residui e cenere della combustione che ciclicamente bisogna svuotare, altrimenti il rischio è che si intasi facendo venire meno quelle che sono le normali prestazioni motore, oppure, nel peggiore dei casi, potrebbe danneggiare o rompere i componenti primari.

elimina fa è vietato dalla

Quando il filtro antiparticolato creare eccessive anomalie

Può causare conseguenze gravi di difficoltà ed efficienza al motore con serie complicazioni all’iniezione causando una sensibile perdita di potenza, un notevole consumo di carburante.

Le vetture diesel sono preposte ad avere installato un sistema di monitoraggio elettronico in grado di controllare il funzionamento del filtro antiparticolato che segnala che il filtro è ostruito in modo tempestivo l’eventuale anomalia.

consumo eccessivo di carburante causa

Fap intasato rimedi

Intervenire subito al problema sull’intasamento del filtro antiparticolato è indispensabile per la salute e prestazioni del motore diesel.

Significato perdita potenza con un incremento notevole nei consumi, dovute anche all’intervento dell’autoprotezione elettronica presente nell’auto e dalla fuoriuscita di fumo nero.

fumo nero dall'auto

Filtro antiparticolato problemi

Considerato un sistema soggetto a usura, la durata è da considerarsi buona nel tempo, soprattutto basata su quanti chilometri che va da 120.000 a 250.000 km, durante il quale si dovrà optare per pulire automaticamente il dispositovo oppure la sostituzione, nel caso di danni ingenti.

Alcuni optano per soluzione più rapida di: elimina Fap, una procedura vietata dalla legge art. 78 del Codice della Strada vieta espressamente modifiche alle caratteristiche costruttive dei veicoli. 

Come tutti i sistemi di filtrazione, consiste in un serbatoio di residui e cenere della combustione che ciclicamente bisogna svuotare, altrimenti il rischio è che si intasi facendo venire meno quelle che sono le normali prestazioni motore, oppure, nel peggiore dei casi, potrebbe danneggiare o rompere i componenti primari.

Come funziona il Fap in caso di avaria?

Quando il Fap spia antiparticolato è illuminata segnala che il dispositivo è intasato o pieno, succede che solitamente è il computer system di bordo ad avvisare il conducente dell’urgenza di provvedere ad un ciclo di rigenera Fap, che avviene mantenendo costante una velocità superiore ai 70 km/h che consente di raggiungere temperature fino a 400 °C.

La spia Fap indica che il controllo è attivo e sta avvendendo la funziona di iniezioni aggiuntive di carburante le quali fanno si che possa aumentare il cambio temperatura dei gas di scarico e dunque di bruciare il particolato presente all’interno del filtro.

Per ottimizzare il processo in modo corretto, serve procedere con la vettura ad una velocità superiore ai 60 chilometri orari per i pochi minuti cercando di non rallentare o fermarsi e soprattutto senza spegnere il motore. Il consiglio è pertanto quello di percorrere un tratto autostradale.

La spia è un componente molto delicato per questo è sempre meglio ogni tanto una piccola attenzione e scrupolosa manutenzione per rendere sempre al top il motore, vuol dire maggiori performance.

fap spia accesa

Differenza tra filtri antiparticolato Fap e Dpf

La differenza tra i filtri antiparticolato Fap e Dpf è che sono indicati a seconda della tipologia di autogenerazione Fap che si autorigenera con un liquido che pulisce chiamato “cerina”, un additivo che viene iniettato all’interno del filtro antiparticolato con la funzione di pulirlo.

Il filtro Dpf che per l’autorigenerazione utilizza il gasolio che viene inserito dentro al filtro e differiscono per struttura e funzionamento, hanno entrambi lo scopo di eliminare le particelle di PM10, di fatto però il dispositivo necessità di un additivo che si miscela in maniera autonoma insieme al gasolio, per facilitare l’eliminazione del particolato.

differenza tra Fap e Dpf

CDR rigenerazioni Fap su marche auto:

ABARTH – CITROEN – CUPRA – GOLF – LANCIA – DS – DACIA – FERRARI – HAVAL – HONDA – HYUNDAI – INFINITI – JAGUAR – JEEP – KIA – LAMBORGHINI – LANCIA – LAND ROVER – LEXUS – MAHINDRA – MASERATI – MAZDA – MINI – MITSUBISHI – NISSAN – PORSCHE – SEAT – SKODA – SMART – SSANGYONG – SUBARU – SUZUKI – TESLA

filtro-antiparticolato-fap
CDR ITALIA TI CONVIENE!
Rivolgiti ai migliori del settore

filtro-antiparticolato

ASSISTENZA SOS H24
Per informazione chiama
0574 1747050

Richiedi maggiori informazioni o un Preventivo Gratuito

Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D.L. n. 196 del 30 Giugno 2003 (Nuovo Codice Privacy) e al Nuovo Regolamento EU GDPR 679/2016 in materia di trattamento e tutela dei dati personali. I dati inviati saranno utilizzati esclusivamente per il tempo strettamente necessario alle finalità indicate. Per qualsiasi necessità si rimanda all’informativa privacy.
 

© CDR ITALIA Rigenera, revisione, ripara e pulizia Fap filtri antiparticolato, pulizia Dpf motori diesel auto e mezzi stradali commerciali - P. IVA 00291630978 - REA: PO-338700 - Cap. Soc.: € 110.000,00 i.v.


PREZZO IMPERDIBILE

RISPARMI FINO -80% SUL NUOVO

Rigeneriamo Fap a partire da
€180,00

0574 1747050

Chiama subito, oppure scrivici

Chiama ora!

Apri Chat
Assistenza CDRFAP
INFO
SERVIZI