Rigenerazione filtro antiparticolato e il Fap auto torna come nuovo

CDR Revisiona, pulisce e rigenera il filtro antiparticolato auto e mezzi

La procedura di rigenerazione filtro antiparticolato riporta a livelli originali le funzionalità ed efficienza del Fap e avviene nel rispetto delle totali performance di tutte le caratteristiche delle componenti chimico-fisiche del dispositivo particolato

Il tuo motore del veicolo sta perdendo le performance ottimali?
Sussiste un anomalo consumo di carburante?
La spia Fap segnala un problema?
Hai provato con l’autorigenerazione e quella forzata e non ha avuto esito?

Cosa puoi fare?​

E’ arrivato il momento di passare alla rigenerazione del Fap perchè l’apparato di filtraggio è sicuramente intasato.
Come tutti i sistemi di filtrazione, consiste in un serbatoio di residui e cenere della combustione che ciclicamente deve essere svuotato, altrimenti il rischio è che si intasi facendo venire meno quelle che sono le normali prestazioni motore, oppure, nel peggiore dei casi, potrebbe danneggiare o rompere i componenti primari.

Contatta CDR Italia per avvalerti del nostro brevetto in esclusiva“SuperCleaner®” ideato per rigenerare i filtri antiparticolato con garanzia 1 anno.
Questo intervento permetterà di ripristinare come in origine l’efficienza del tuo Dpf SENZA DOVERE ACQUISTARNE UNO NUOVO
risparmiando così soldi sulla sostituzione del tuo dispositivo particolato.

Perchè rigenerare il filtro antiparticolato conviene?

Economia

Quando si sostituisce il Fap intasato con un nuovo, il costo oscilla tra i 500 ai 2000€, invece rigenerlo con CDR risparmi fino all’80%

Velocità

Lo staff CDR è altamente qualificato e in grado in poche ore di rigenerare il filtro Fap. Riportandolo pari al nuovo. RIGENERARE CONVIENE!

Migliori prestazioni

La pulizia accurata del dispositivo particolato aumenta sia l’efficienza che la potenza del motore prolungandone la vita

Le nostre certificazioni

certificazioni filtro antiparticolato

Esperienza di 10 anni nella rigenerazione del filtro antiparticolato

La rigenerazione dei filtri antiparticolato Dpf sono una procedura molto delicata e importante per la piena efficienza dei motori diesel (che sono gli unici ad essere dotati di questo tipo di dispositivo), garantisce massima sicurezza, risultati e prestazioni.

Sfoglia il catalogo online

Intervista:

Il segreto in questo settore è usare prodotti di eccellenza. Gaetano Balsamo, CEO di Cdr Italia

RigeneriAMO Filtri Antiparticolato
Abbiamo a Cuore ogni Autovettura

Alcuni nostri clienti

clienti filtro antiparticolato

Diventa indispensabile prendere coscenza dell’importanza del funzionamento e dell’efficacia che il motore diesel può ottenere come miglioramenti di prestazione se viene fatta regolarmente il mantenimento di pulizia tramite una rigenerazione del dispositvo.

A cosa serve il filtro antiparticolato

a cosa serve il filtro antiparticolato

Il filtro antiparticolato è un dispositivo che è collocato nella parte finale del collettore di scarico, ed ha il compito di filtrare i gas di scarico prima di liberarli nell’ambiente. I’antiparticolato filtro è composto da diversi strati di ceramica porosa, e proprio tramite questi strati (che formano una struttura alveolare) è in grado di trattenere il particolato.

Quando questo filtro va ad intasarsi, solitamente è il computer di bordo ad avvisare il conducente dell’urgenza di provvedere ad un ciclo rigenerazione del filtro, che avviene mantenendo costante una velocità superiore ai 70 km/h che consente di raggiungere temperature fino a 400 °C.

In questa maniera avvengono delle iniezioni aggiuntive di carburante le quali fanno si che possa aumentare la temperatura dei gas combusti nel collettore di scarico e poi li convoglia verso il filtro marmitta catalitica e dunque di bruciare il particolato presente all’interno dell’apparato.

Perchè il filtro antiparticolato è installato nel motori diesel?

Il filtro antiparticolato, è un dispositivo situato sulle auto a motore diesel e su alcune auto a benzina (GPF – Gasoline Particulate Filter). Viene installato per abbattere le emissioni inquinanti da polveri sottili e corrisponde oggi alla migliore tecnologia all’avanguardia in grado di limitare le emissioni nocive dei gas di scarico.

Stando gli studi effettuati, il dispositivo particolato detiene tutta la sua efficacia per quanto riguarda l’efficiente cattura del particolato emesso dai motori diesel. Le misurazioni affermano che le polveri vengono abbattute di 7 volte in massa e di 10.000 volte in numero, con il filtro che cattura particelle delle dimensioni di 10 nanometri.

Il funzionamento del filtro antiparticolato

funzionamento del filtro antiparticolto

La funzione è simile in tutti i diversi tipi di modelli: il sistema di scarico raccoglie i gas combusti nel collettore di scarico e poi li convoglia verso la marmitta catalitica, passando per il filtro antiparticolato procedendo verso il vaso d’espansione, il silenziatore e l’uscita. Grazie ad un software di diagnosi e gestione, il filtro viene continuamente monitorato al fine di garantire un performante funzionamento.

A sua volta, viene abbinato a un pre-catalizzatore che filtra le polveri sottili. Addirittura, ci sono modelli di auto diesel che sono dotate anche di un terzo elemento, che consiste nell’aggiunta di un additivo al carburante in grado di ridurre la temperatura necessaria per effettuare il sistema di rigenerazione.

Negli ultimi anni si è fatto in modo di avvicinare il filtro particolato al motore per aumentare quelle che sono le temperature di esercizio, il tempo di warm up e l’efficienza.

La differenza tra Fap e Dpf

Sono l’acronimo con cui viene chiamato il Diesel Particulate Filter, dispositivo adottato sui motori diesel a partire dalla normativa Euro 3 e divenuto obbligatorio con la norma Euro 5 per abbattere le emissioni inquinanti.
Il dispositivo necessita di un additivo Fap che si miscela automaticamente al gasolio per facilitare la raccolta e successivamente eliminare il particolato.

Il Dpf invece è costituito da una struttura in carburo di silicio composta da microcanalizzazioni che intrappolano le particelle di particolato PM10. Il corpo del filtro è poroso e viene perciò attraversato dai gas di scarico, trattenendo le particelle solide.

Manutenzione e pulizia: per evitare che si intasi

Succede però, spesso dopo aver percorso parecchi chilometri, che la centralina non riesca ad attivare la rigenerazione del filtro. La conseguenza è che l’auto va in modalità protezione con una conseguente diminuzione della potenza.

Costi bassi

Il nostro servizio va incontro alle esigenze di ogni automobilista che ha a cuore la buona manutenzione e performance del proprio veicolo, consentendo di avere grandi vantaggi anche in termini di consumo e di risparmiare su quello che sarebbe stato il costo di un filtro antiparticolato diesel nuovo

Rigenerazione filtri Fap: sistema brevettato

La rigenerazione dei filtri antiparticolato Dpf sono una procedura molto delicata e importante per la piena efficienza dei motori diesel (che sono gli unici ad essere dotati di questo tipo di dispositivo), garantisce massima sicurezza, risultati e prestazioni.

Con SuperCleaner® il servizio brevettato in esclusiva da Cdr italia non si riducono solo le emissioni di PM10 (polveri sottili) ma si risparmia anche sulle spese di sostituzione dell’impianto.

filtro-antiparticolato-fap

Rivolgiti a CDR Italia
I veri professionisti nella pulizia e rigenerazione Dpf
Ritiro e spedizione del tuo dispositivo antiparticolato, tramite corriere in tutta Italia

RISPARMI OLTRE ALL’80% SUL NUOVO
CON CDR ITALIA TI CONVIENE!

© CDR ITALIA Rigenera, ripara, revisiona e pulisce integralmente Fap/Dpf filtri antiparticolato auto e veicoli commerciali P. IVA 00291630978 - REA: PO-338700 - Cap. Soc.: € 110.000,00 i.v. Privacy e Cookie Policy | Sitemap

Chiama subito
0574 1747050

Oppure scrivici per info

INFO
SERVIZI